Cartorange

Scopri tutte le novità CartOrange
con la nostra newsletter!

Iscriviti ›

DAI CILIEGI IN FIORE ALLE BIANCHE SPIAGGE TROPICAL

Destinazione: Giappone   Filippine
Tipologia: Mare    Cultura    Popoli    Città   
Itinerario di massima: Tokyo - Hakone (Monte Fuji) - Osaka - Miyajima - Kyoto - Manila - Isola di Boracay
Durata di viaggio: 19 giorni
Cosa volevano gli Sposi: : Alessio e Federica, da sempre affascinati dalla cucina e delle tradizioni giapponesi, hanno scelto di sposarsi a fine marzo per poter volare in Giappone durante l'Hanami, la stagione della fioritura dei ciliegi, uno dei periodi migliori per visitare il paese. A chiusura del loro itinerario volevano regalarsi qualche giorno di relax in un paese ancora poco conosciuto a livello turistico, ma che offre belle spiagge tropicali e una popolazione ospitale e amichevole.

Descrizione del Viaggio

La prima tappa di Alessio e Federica, è stata Tokyo, una metropoli gigantesca eppure estremamente vivibile, sicura e facile da girare grazie agli efficientissimi mezzi pubblici. Dopo il primo smarrimento iniziale, si apprezza la varietà di una città dove modernità e tradizione giapponese si fondono.
Da Tokyo hanno visitato in treno l’incantevole cittadina storica di Nikko, famosa per i suoi santuari e templi, che ha permesso loro di venire a contatto con la cultura tradizionale giapponese.

Usando il Japan Rail Pass gli sposi sono partiti per il loro tour in autonomia e la prima tappa è stata Hakone, località alle pendici del monte Fuji, dove hanno soggiornato in un onsen ryokan immerso nel verde e che dà la possibilità di rilassarsi nei famosi bagni termali all’aperto. I ragazzi hanno trovato un tempo meraviglioso, con un cielo azzurro e terso che gli ha concesso di godere della miglior visuale possibile sul Monte Fuji.

Con lo Shinkansen, il velocissimo treno fiore all’occhiello delle ferrovie nipponiche, si sono poi trasferiti ad Osaka, la capitale culinaria del Giappone e città molto vitale e moderna. Da qui con un'escursione di una giornata hanno visitato la città di Himeji, famosa per il suo splendido castello feudale: l’Airone Bianco.

Lasciata Osaka hanno raggiunto sempre in treno, la piccola e incantevole isola di Miyajima, nella baia di Hiroshima dove si trova il famoso Torii, ingresso del santuario shintoista Patrimonio dell'Unesco, in legno di canfora e alto 16 metri.
Qui hanno soggiornato in uno splendido ryokan, una tradizionale locanda giapponese, dove, oltre a dormire nel futon sui tatami, hanno potuto gustare la straordinaria kaiseki ryori, l’alta cucina giapponese che tiene in considerazione il piacere del palato e il piacere della vista.

Da Miyajima si sono spostati poi a Kyoto, facendo una sosta a Hiroshima per visitare il Parco della Pace e il toccante Museo della Bomba Atomica.
A Kyoto i ragazzi avevano espressamente richiesto di trascorrere 4 notti: l’antica capitale del Giappone per più di 1000 anni, vanta un patrimonio storico-culturale pressoché infinito. Qui hanno potuto assistere alla cerimonia del tè e alla danza kyo-mai delle maiko-apprendiste geisha. Gli sposi hanno ammesso che sarebbero serviti persino più giorni tanto c’è da vedere!
Da Kyoto hanno, inoltre, visitato in giornata Nara, la prima capitale permanente del Giappone che è famosa anche per i simpatici e famelici cervi che girano fra i templi in assoluta libertà.

Per riposarsi un po’ dopo il tour giapponese gli sposi hanno optato per qualche giorno di mare nelle Filippine, isole non ancora troppo conosciute e battute dal turismo italiano, ma ben organizzate e interessanti dal punto di vista naturalistico e la cui popolazione risulta essere molto cordiale e ospitale.
Passando una notte a Manila, hanno quindi trascorso l'ultima parte della Luna di Miele sulle bellissime spiagge tropicali di Boracay, tra cui la famosa White Beach, annoverata fra le più belle spiagge al mondo.

l'autore di questo viaggio: Cristina Gatti

')