Cartorange

Scopri tutte le novità CartOrange
con la nostra newsletter!

Iscriviti ›

L’ emozione di una natura selvaggia.

Ecco la mia proposta di viaggio alla scoperta di una paese ricco di fascino e bellezza.

Italia/Windhoek
Il nostro aereo atterra a Windhoek, moderna ed efficiente capitale, la cui particolare atmosfera è data dalla fusione di elementi tedeschi ed africani.

Deserto del Kalahari
Partenza all’alba per sfruttare al meglio le ore di luce e l’aria ancora fresca del mattino. Destinazione: il deserto del Kalahari, dove si cominciano ad avvistare i primi animali selvatici ed il contatto con orizzonti sconfinati inizia a regalarci le prime emozioni.

Deserto del Namib
Ci spostiamo poi verso il deserto del Namib, il più antico deserto della terra con la duna di sabbia più alta al mondo, la Duna 45, con i sui 300 metri di altezza.
Il Namib ci offre uno spettacolo davvero eccezionale, soprattutto all’alba e al tramonto, quando le dune si tingono dei colori dei raggi del sole e le ombre si allungano trasformando i contorni del paesaggio.
Di notte poi lo spettacolo della natura continua quando nel buio totale del deserto si accendono le stelle del’emisfero australe.

Swakopmund
Ci trasferiamo a Swkopmund non senza una sosta alla piana della Welvitschia Mirabilis, pianta antica e singolare, e una visita alla Moon Valley, che come suggerisce il nome, ci lascia ammirare un paesaggio quasi lunare, con canyon profondi e neri rilievi tondeggianti.
Swakopmund, città dalla forte impronta del colonialismo tedesco, ci offre molte possibilità di escursioni ed attività quali: quad biking tra le dune di sabbia, sorvolo sul deserto in mongolfiera, crociere nella baia di Walvis Bay, popolata da otarie, delfini, pellicani, tartarughe giganti e fenicotteri rosa.

Damaralad
Seguiamo la costa fino a cape Cross, dove vive una vasta e rumorosa colonia di otarie, poi ritorniamo verso l’interno. Arriviamo così in una delle zone più selvagge, il Damaraland, con gli antichi graffiti incisi sulle rocce di Twyfelfontain, e terre aride e rocciose in cui pascolano elefanti e rinoceronti del deserto, veramente difficili da avvistare.

Parco Nazionale Etosha
Proseguiamo il nostro viaggio verso una delle tappe senza dubbio più attese del nostro viaggio: il Parco Etosha, primo al mondo a diventare nel 1907 riserva naturale.
Leoni, elefanti, giraffe, zebre ed altri numerosissimi esemplari si possono avvistare durante i safari che si possono effettuare anche con la propria vettura, lungo piste ben tenute e fermandosi nelle piazzole ben segnalate poste di fronte alle pozze d’acqua.

Zona di Otjiwarongo/Windohek /Italia
Prima di rientrare a Windhoek dove si chiuderà il cerchio del nostro itinerario, facciamo ancora una tappa alla Africat Foundation , che ha lo scopo di recuperare i cuccioli di ghepardo e salvaguardare questo splendido predatore.


Si conclude così la nostra avventura, che ci lascerà le emozioni del silenzio surreale , dei panorami mozzafiato, del contatto dei piedi sulla sabbia, dell’incontro con splendidi esemplari di animali liberi, di un cielo brillante di stelle.
Un viaggio adatto anche per famiglie per l’eccellente comfort dei lodge , la possibilità di ammirare tanti animali, il fuso orario quasi uguale al nostro e nessuna vaccinazione obbligatoria.

l'autore di questo viaggio: Simona Garrone

')