Cartorange

Scopri tutte le novità CartOrange
con la nostra newsletter!

Iscriviti ›

Viaggio nell'antico Regno del Siam

Spesso si pensa alla Thailandia come alla classica destinazione per una splendida vacanza sulla spiaggia.
Io invece ti propongo un viaggio che ho fatto all’inizio del 2015 e che parte da Bangkok e sale verso nord sino al confine con il Laos e il Myanmar, alla scoperta delle antiche capitali del regno del Siam e di molto altro ancora.
La Thailandia mi ha davvero sorpreso per la bellezza dei siti visitati e per l’estrema cordialità del popolo thailandese.

BANGKOK

Dall’Italia si vola a Bangkok, dove ci fermeremo qualche giorno per visitare questa immensa metropoli e i suoi dintorni.
Spostarsi a Bangkok è semplice, nonostante sia una città molto trafficata e caotica: si può chiamare un taxi, fermare un tuk-tuk, imbarcarsi sul battello che percorre il fiume Chao Phraya, o meglio ancora utilizzare la efficiente rete della metropolitana.
Ti consiglio di alloggiare all’Eastin Grand Hotel, che oltre ad essere magnifico è anche collegato, tramite una passerella privata, alla fermata della metropolitana di Sathorn!
Bangkok è piena di meravigliosi templi (chiamati Wat) e palazzi, come il Tempio del Buddha sdraiato, il Palazzo Reale, il Tempio del Buddha d’oro, ma ti potrai anche “perdere” nel mercato dei fiori, oppure fare una cena romantica sul fiume a bordo di un battello.
Un’altra opportunità è quella di fare dei tour di mezza giornata o di una giornata intera per andare a visitare i famosi mercati galleggianti, o spingerti fino al fiume Kwai, dove i giapponesi costruirono il famoso ponte durante la seconda guerra mondiale.

Lasciata Bangkok ci dirigiamo ad Ayutthaya, che dista circa un centinaio di chilometri, e che raggiungiamo dopo una sosta al Bang Pa – In Palace, una delle residenze dei Reali Thailandesi.
Il Bang Pa-In ha il pregio di non essere affollato dai turisti ed è veramente incantevole, con i suoi di laghetti, i giardini ed i palazzi, tutti tenuti alla perfezione.

AYUTTHAYA

Situtata sullo stesso fiume che bagna Bangkok, questa città ospita l’immenso Parco Storico, Patrimonio dell’Umanità, fatto di templi, Buddha, giardini…
Stupendo è anche il vicino Wat Yai Chai Mang Khon, dove potrai scattare delle fotografie uniche!
Ti consiglio di alloggiare all’hotel Sala Ayutthaya, moderno e romantico allo stesso tempo, e vicinissimo all’ingresso del parco archeologico.

Da Ayutthaya ci spostiamo di qualche centinaio di chilometri fino a raggiungere Sukhothai.

SUKHOTHAI

Il Parco Storico di Sukhothai è sicuramente uno dei luoghi più belli della Thailandia.
E’ un gigantesco giardino disseminato di rovine fantastiche! Lascerà dentro di te una sensazione di pace e di religiosità difficile da dimenticare.
Imperdibile anche il Si Satchanalai Park, un altro immenso parco archeologico poco distante da Sukhothai.
L’hotel che ti consiglio è il Tharaburi Resort: è davvero carino e ha una splendida piscina.

Proseguendo verso nord, dopo una sosta sul suggestivo lago Phayao, eccoci a Chiang Rai.

CHIANG RAI

Il favoloso Le Meridien Resort sarà il tuo punto di partenza per i tour giornalieri, che offrono tantissime opportunità al turista.
Il bizzarro e bianco Wat Rong Khun, il fantastico parco reale Doi Tung, il nuovissimo Museo dell’Oppio, che racconta la storia e gli effetti di questa potente droga, il giardino Mae Fah, i tour in dune buggy, il Triangolo d’oro sono solo alcune tra le attività possibili

L’ultima tappa del viaggio è la città di Chiang Mai, la più popolosa del nord della Thailandia.

CHIANG MAI

Il meraviglioso tempio di Doi Suthep, i parchi degli elefanti e delle tigri, i mercatini notturni e il rafting sul fiume sono tra le principali attrazioni di questa città e dei suoi dintorni.
Per quanto riguarda gli hotel, c’è davvero l’imbarazzo della scelta!

Con un breve volo diretto poi tornerai a Bangkok, dove termina il tuo viaggio.


La Thailandia è visitabile tutto l’anno; non servono visti d'ingresso.
Un periodo speciale è l’inizio di novembre, quando in tutto il Paese si svolge il Festival delle Lanterne, che al nord si chiama Loi Krathong e a sud Yi Peng.
La differenza sta nel modo di interpretare la festa delle luci.
Nel Loi Krathong centinaia di lanterne vengono lasciate galleggiare in mare o nei fiumi; nello Yi Peng vengono fatte volare in cielo.
Lo spettacolo è comunque assicurato!!

La durata del viaggio – estensioni escluse – è di circa due settimane.

Le possibili estensioni mare sono verso Phuket o Koh Samui, oppure considera che con un volo diretto di sole 4 ore potrai raggiungere le Maldive!!

Quotazioni su richiesta

l'autore di questo viaggio: Fabio Zara

')