Cartorange

Scopri tutte le novità CartOrange
con la nostra newsletter!

Iscriviti ›

DALLA SPAGNA CONTINENTALE ALLE ISOLE

La Spagna: per molti versi un paese simile all’Italia per le numerose città piene di cultura, per gli splendidi paesaggi e le spiagge, ma anche per la popolazione. Gli spagnoli sono persone piene di entusiasmo, di vitalità e voglia di fare, sempre molto ospitali e con il sorriso sulle labbra.

Iniziamo il nostro viaggio con due delle principali città del Paese: Madrid e Barcellona.

MADRID: capitale della Spagna ha visto negli ultimi 30 anni una forte rinascita artistica, culturale e sociale. La città infatti si è trasformata ed è diventata oltre che centro politico anche centro della “movida”.
Chi vuole scoprire Madrid per la prima volta non può non visitare i numerosi musei: il Museo del Prado che racchiude numerosissime opere di Goya, il Museo Reina Sofia che ospita la celebre opera di Picasso “Guernica” e molti altri. Cuore della città è Puerta del Sol, verso cui confluiscono o dalla quale partono le principali vie di Madrid come Calle Mayor. Proseguendo su Calle Mayor si raggiunge Plaza Mayor, una meravigliosa piazza porticata. A fianco si trova il Palazzo Reale che è ufficialmente la residenza del re anche se attualmente non è abitato dai monarchi. Tra i monumenti che consiglio di visitare ci sono anche la Puerta de Alcalà, il Parco del Retiro, El Rastro (mercatino di origine medievale è uno dei più antichi della città) e per gli appassionati l’Arena Monumentale di Las Ventas (la Plaza de toros tra le più grandi al mondo). Inoltre Madrid è la culla del Flamenco, ogni giorno nelle sale, nei tablaos o nei teatri della città ci sono numerose esibizioni di Flamenco…un’arte che è passione e che ti cattura in un vortice di emozioni.

BARCELLONA: una delle città più amate e visitate dai turisti di tutto il mondo, Barcellona è una città solare e spiritosa, della quale si può apprezzare la vivacità, la cultura e l’arte che sono parte di essa.
Consiglio di partire a visitare la città dal Barrio Gotico ossia il quartiere antico della città rimasto inalterato fin dal Medioevo; proseguirei poi verso La Rambla, che in realtà è divisa in 6 vie ognuna con un suo nome e una sua storia. La Rambla (o Les Ramblas) offrono ai turisti la Barcellona vera perché sarete immersi in un’atmosfera che solo qui si può trovare: artisti di strada, mimi, statue viventi, suonatori ambulanti, … ognuno dei quali cercherà di attrarvi nel proprio mondo. Un’esperienza unica!
Potrete poi immergervi nel mondo surreale di Gaudì visitando prima di tutto la Sagrada Familia, unica nel suo genere, attualmente è ancora un cantiere e la basilica non è ancora finita…ma attira comunque moltissimi visitatori! Sempre di Gaudì sono la Pedrera, una costruzione fantastica e surreale terminata agli inizi del ‘900, e Casa Batllò. Sempre dell’artista non potrete non visitare il meraviglioso Parc Güell che vi farà tornare bambini e vi farà sognare grazie alla sua insolita architettura, tipica dello stile di Gaudì.
Altra tappa consigliata è La Ribera, quartiere originale e anticonformista della città vi farà scoprire tanti giovani talenti ed artisti, le nuove tendenze e le novità… Il quartiere inoltre ospita il più grande parco di Barcellona: “Parc de la Ciutadella”.

Lasciamo ora la Spagna continentale con le sue opere architettoniche, la sua cultura e la sua storia per volare nella parte insulare del Paese e scoprire le meraviglie naturalistiche.

Atterriamo quindi a IBIZA, conosciutissima isola delle Baleari per la sua frizzante movida notturna, consiglio di visitare quest’isola in modo diverso dal solito, perdendosi ad esempio nel centro storico di Eivissa che ad oggi è un museo a cielo aperto dove ancora si possono vedere i passaggi delle diverse civiltà come i fenici, i romani, i cartaginesi. Potete visitare le diverse calette presenti nella parte settentrionale, molte delle quali raggiungibile solo a piedi o via mare. Ma l’isola può essere vissuta in modo più tranquillo godendosi una passeggiata al tramonto o un giro in bicicletta… insomma, oltre al divertimento l’isola è da vivere a 360°!

Visto la vicinanza di Ibiza a FORMENTERA non possiamo non passare qualche giorno sull’isola più piccola delle Baleari e che viene da molti considerata come i “Caraibi del Mediterraneo”… ed è davvero così. Formentera infatti, essendo raggiungibile solo tramite traghetto da Ibiza in circa 20 minuti, non è stata toccata dal cosiddetto “turismo di massa” e questo fa si che sull’Isola veniate catapultati in un angolo di paradiso, con 20 km di spiagge e calette con sabbia bianca e mare cristallino, di un blu/azzurro intenso. Consiglio di visitare l’isola in modo itinerante, di andare ogni giorno alla scoperta di una spiaggia diversa, di sentire i profumi e i sapori che solo Formentera può offrire… Formentera non la si può descrivere, si può solo vivere!

Per quanto riguarda il periodo si può visitare la Spagna tutto l’anno, consiglio i mesi primaverili e il periodo di fine estate.
La durata del viaggio dipende dagli interessi personali, ma almeno 12 – 15 giorni.
Quotazioni su richiesta.

l'autore di questo viaggio: Laura Porta

')