Cartorange

Scopri tutte le novità CartOrange
con la nostra newsletter!

Iscriviti ›

Romantico Autunno a Parigi

Parigi…. Cosa c’è di più romantico di qualche giorno a Parigi con la persona amata?!
Non bisogna aspettare San Valentino, anzi in questo periodo Parigi è splendida con un clima non ancora freddissimo ma piacevole per poter girare la città a piedi.
Arrivati all’ aeroporto senza perder tempo posiamo i bagagli in hotel e subito via in giro per la città; una passeggiata molto piacevole può esser fatta a Saint-Ouen dove c’è il famoso Marchè aux Puces (mercato delle pulci) dove perdersi tra mille negozietti in cui è possibile trovare di tutto: da dischi a vestiti, da libri a lampade vintage, una tappa obbligatoria per chi ama lo shopping e si diverte a contrattare!
Il giorno dopo, riposati e carichi, siamo pronti per affrontare gli Champs Elysees considerata una delle strade più belle della città. Percorriamo circa tre chilometri partendo dall’ Arco di Trionfo magari con qualche pit stop in un negozio o in un cafè che affollano questa grande via. Arriviamo così a Place de la Concorde dove si può ammirare, oltre alle splendide fontane, il monumentale obelisco egizio Luxor con i suoi storici geroglifici. Una curiosità: ai tempi della rivoluzione francese in questa piazza fu posta la ghigliottina dove fu decapitato anche il re Luigi XVI. Attraversata la piazza ci troviamo ai Jardin des Tuileries e siccome la mattinata l’abbiamo trascorsa camminando potremmo fermarci in questi stupendi giardini a fare un bel pic nic! È questo il giardino più antico di Parigi ed anche il più centrale considerando la sua posizione. Riposati e ristorati all’ uscita dei giardini troviamo il Louvre, cosa dire, siamo a Parigi e non visitiamo il Louvre?? Ovvio che si! Si può terminare la giornata con una passeggiata a Rue de Rivoli e una cena in un ristorante nei dintorni per assaporare la tipica cucina francese.
Dopo due giorni a Parigi non possiamo aspettare oltre per vedere finalmente la famosa Torre Eiffel! Così con la metro raggiungiamo Trocadero ed eccola lì che da lontano spicca all’ orizzonte! Avvicinandoci possiamo ammirare lungo il tragitto i giardini di Trocadero con le sue splendide fontane che incantano con i loro getti d’acqua. Ma per avere una veduta dall’ alto della città saliamo sulla Torre e quando arriveremo all’ ultimo piano, attraverso un ascensore in vetro, lo spettacolo sarà mozzafiato! Una volta scesi dalla Torre una rilassante passeggiata per i campi di Marte antistanti ci farà tornare con i piedi per terra. Nel pomeriggio possiamo girare il quartiere di Marais, incantevole con i suoi negozietti dove poter degustare formaggi, vini o cioccolato di ogni tipo; da non perdere è una deliziosa teeria con tè proveniente da tutto il mondo, un posto davvero gradevole dove passare momenti di relax sorseggiando un buon tè e per assaggiare i famosi Macaron! Non lontano da qui un’altra zona che merita è l’Opèra con i suoi grandi magazzini storici come Lafayette dove scatenarsi allo shopping, e la sua imponente chiesa della Madelaine che merita una visita.
Il giorno dopo è la volta della cattedrale di Notre Dame, la quale non ha bisogno di presentazioni, se potete salite anche sopra è uno spettacolo ammirare il panorama accanto ad uno dei mostri di pietra rendendosi conto così di stare su un’isola in mezzo alla Senna. Da qui possiamo spostarci al quartiere latino, dove troviamo la famosa università di Parigi, La Sorbonne. È infatti questo un quartiere molto vivace e pieno di giovani, caratterizzato da piccole piazzette e viuzze piene di piccoli bar. Ricco di cose da vedere non perdetevi il Phanteon e i giardini di Lussemburgo; a pranzo fermatevi in un tipico Bistrot francese non vi deluderà! Se non siete stanchi, potete poi continuare la passeggiata a rue Saint Michelle e Saint Germain completando così il giro di tutto il quartiere.
L’ultimo giorno non ci rimane che girare un altro quartieri tra i più noti: Montmartre. Qui potrete ammirare la sua stupenda Basilica del Sacro Cuore vestita di bianco che spicca da uno dei punti più alti della città. Non preoccupatevi della salita, c’è la funicolare e ad ogni modo lassù tutta la fatica sarà ripagata! Lungo la discesa possiamo fermarci ad ammirare i tanti ritrattisti che affollano questo quartiere mentre lavorano o magari facendoci fare un bel ritratto! Scendendo ancora più giù, ai piedi della collina, arriviamo a Pigalle famosa zona a luci rosse dove troviamo il museo dell’erotismo e sexy shop; ma per gli appassionati della musica in questo quartiere c’è una zona dove ci sono solo negozi che vendono strumenti ed accessori musicali. Uno sguardo è d’obbligo al Moulin Rouge, sede di diversi film hollywoodiani, uno dei più celebri cabaret di Parigi dove si svolgono ancora spettacoli di can can. Per pranzo ci si può fermare in qualche tipica brasserie per degustare altro tipo di cucina francese. Siccome è l’ultimo giorno in questa stupenda città possiamo fare un giretto nell’elegante Place Vendome per rifarci gli occhi, sia per gli stupendi edifici che si affacciano sia per le incantevoli vetrine di prestigiosi negozi. Alla sera per dare un meritato saluto a questa magnifica città che ci ha fatto sognare si può fare un giro in battello sulla Senna per vedere Parigi da una diversa prospettiva ed ammirare tutte le luci della città che si riflettono nelle calme acque di questo fiume per un “à bientôt” perché molto probabilmente ci vorrete ritornare…

l'autore di questo viaggio: Francesca Maglione

')