Cartorange

Scopri tutte le novità CartOrange
con la nostra newsletter!

Iscriviti ›

Una bianca favola invernale

In Canada la presenza della Natura supera quella dell’uomo e d’inverno l'aria diventa fredda e pungente, ma non polare!
In questa stagione le città e i panorami dell’Est canadese si trasformano in luoghi incantati e brillanti di neve e ghiaccio, popolati da pattinatori, sciatori e slitte.

Il mio itinerario è alla portata di tutti, non richiede equipaggiamenti particolari, solo un abbigliamento tecnico adeguato alle temperature rigide che qui scendono di qualche grado sotto lo zero; sci e pattini si possono tranquillamente noleggiare sul posto.

Si parte da TORONTO, la più grande e produttiva metropoli del Paese, molto ordinata e pulita, in cui avveniristici grattacieli svettano tra eleganti palazzi d’epoca coloniale; alternate una passeggiata tra i quartieri multietnici a una visita ai suoi musei: il Royal Ontario Museum e l’Ontario Science Museum per esempio, e se amate l’arte passate una mattina all’AGO, l’Art Gallery of Ontario.
Giunti all'Harbourfront salite sui 553 metri della CN Tower: nelle giornate limpide si vedono anche le cascate del Niagara!
E concedetevi di assistere ad una partita di Hokey su ghiaccio che durante il campionato nazionale attira migliaia di accaniti tifosi: uno spettacolo di agguati, risse e botte da non perdere assolutamente!
Ciò a cui i canadesi non rinunciano mai è una sana pattinata in una delle oltre 30 piste di ghiaccio della città: un bel modo per vincere il freddo!
E se non amate pattinare non sarà un problema spostarvi grazie alla rete metropolitana che la percorre in lungo e in largo e ai collegamenti sotterranei tra un palazzo e l’altro.

Seconda tappa è la capital OTTAWA, una città dominata dall’acqua e percorsa da numerosi canali, situata proprio sul confine tra l’Ontario e il Quebec.
I neogotici Parliament Buildings si affacciano sul fiume dall’alto di uno sperone di roccia e di sera regalano un quadro davvero suggestivo.
Musei e gallerie d'arte vi attendono per una pausa storica e culturale, come il Currency Museum della Bank of Canada dove resterete incuriositi dalle pelli di castoro e altri strani articoli usati nel passato come moneta di scambio.
Ma per riscaldarsi in puro stile canadese vi suggerisco di farvi un bel “giro” sul Rideau Canal, che d’inverno con i suoi 8 km di lunghezza diventa la pista di pattinaggio più estesa al mondo.

Ed ecco finalmente MONTREAL.
Incorniciata dal fiume San Lorenzo e dal Mont Royal, è una metropoli cosmopolita e raffinata, con bei palazzi antichi e grattacieli moderni, parchi e giardini, la caratteristica città vecchia, il Porto Vecchio, il Parco delle Isole di fronte al Porto, in cui d’inverno è possibile pattinare sul ghiaccio e praticare sci di fondo in un magico scenario.
E quando il freddo si fa insopportabile, basta rifugiarsi nella “città sotterranea”: un’area coperta costruita sotto la superficie stradale in cui sono collegati tra loro palazzi, negozi, abitazioni, uffici, alberghi, cinema, ristoranti, parcheggi e stazioni metropolitane.

Da Montreal si può anche prevedere una tappa sciistica soggiornando per qualche giorno in un tipico lodge nella bella località di villeggiatura di Mont Tremblant, situata a circa un’ora d'auto: non solo sci, ma anche passeggiate con i cani da slitta, pesca nel lago ghiacciato e un po’ di vita notturna.

E infine QUEBEC, una vera sorpresa: è l’unica città fortificata dell’America settentrionale e dal 1985 il suo centro storico fa parte del patrimonio mondiale dell’umanità dell’UNESCO.
La città è divisa in due parti: attraverso stradine e vicoli si attraversa la città alta e la città bassa, entrambe da non perdere per la bellezza dei palazzi e la brulicante vita artistica e commerciale, fino a raggiungere il porto vecchio.
E in caso di freddo, ricorrete alla cioccolata calda o ai pattini.
Una curiosità per gli amanti delle feste: a febbraio Quebec ospita uno dei carnevali più energici d’America, davvero unico nel suo genere, con parate, luci e costumi molto belli.

Ciliegina sulla torta (nuziale?) di un viaggio originale e unico: una notte all’Hotel De Glace di Quebec, un vero hotel di ghiaccio con tutti i comfort e un’insolita atmosfera “glaciale”.

Alcuni consigli: dedicate almeno una decina di giorni a questo viaggio, spostandovi in auto, pullman oppure in treno lungo il San Lorenzo; il freddo si affronta tranquillamente con un adeguato abbigliamento, in particolare fate attenzione a coprirvi bene i piedi; alternate le visite a musei e monumenti con qualche sosta “forzata” negli accoglienti bar e pasticcerie: ne vale la pena!

Durata del viaggio 12 giorni circa

Quotazione su richiesta

l'autore di questo viaggio: Letizia Biondi

')