Cartorange

Scopri tutte le novità CartOrange
con la nostra newsletter!

Iscriviti ›

"LA NUOVA SCOZIA!"

Il nostro viaggio parte da New Brunswick, cuore del Canada più selvaggio!
Un viaggio in questa zona è una full immersion nel wilderness, nei paesaggi del grande Nord indimenticabili come le foreste della Nuova Scozia, che arrivano alle porte della città, o la strada dei fari maestosi, ammirati come i castelli in Europa, avvolti dalle nebbie che salgono dalle acque dove la Corrente del Golfo si incontra con i ghiacci del Labrador.

Si passa poi all’atmosfera mediterranea dell’isola di Prince Edward, una delle dieci isole più belle del mondo con spiagge di sabbia dorata a perdita d’occhio, coperta in estate di fiori di lupino dai colori accesi, viola e rosa, e di orchidee. E’ l’Acadia, un mondo di ritmi antichi proteso verso l’Europa, dove fuggire da traffico, inquinamento e calura, scandito dalla pesca, dalla vita nelle fattorie, dai concerti di musica tradizionale nei borghi.

Si giungerà poi a Halifax, capoluogo della Nuova Scozia, terra di pescatori, pionieri e pirati, ai piedi di una collina che domina uno dei più lunghi porti naturali del mondo. E’ l’harbour ottocentesco, dove ora sorge il mercato del pesce, la vera attrazione della città. Halifax fu anche la prima città ad accogliere i sopravvissuti del Titanic. Reperti sono conservati al Maritime Museum of the Atlantic, sul lungomare. Nei locali di Halifax si ascoltano storie di mare e di naufragi, come il mistero di Sable Island, striscia di sabbia di 40 Km al largo, nota per i 500 relitti di velieri e golette.

Parte da Halifax l’itinerario lungo la Lighthouse Route, spettacolare litoranea tra porticcioli dalle case pastello, gli isolotti al largo, una trentina di fari storici, come Peggy’s Cove, bianco e rosso, fotografato come una modella di Vogue. Da cartolina la vicina Mahone Bay, annunciata dalle tre chiese secolari che si specchiano nel porticciolo. A pochi km, la cittadina coloniale di Lunenburg, protetta dall’Unesco, una tavolozza di colori dove in cima ai pali della luce è appesa di volta in volta una scultura in ferro smaltato di un’artista isolana, rigorosamente a soggetto marino.

Il viaggio prosegue tra distese verdi e boschi di aceri. A Lockeport, un piccolo gioiello è Crescent Beach, due km di sabbia bianca frequentata da cormorani, aironi, gabbiani. A Pourt Mouton si costeggia l’Annexe Cotièr de Kejimkujik, parco nazionale con scogliere tormentate, scenari forti, calette di sabbia incastonate e sentieri e passerelle per immergersi nel paesaggio.

Si arriverà a Liverpool che nel Settecento era un covo di corsari al soldo dell’Inghilterra. Seguirà la strada 330 che porta a Cape Sable Island, popolata di uccelli rari con magnifiche spiagge di sabbia bianca come Stanley Island e Hawk Beach. La strada corre verso Yarmouth, il porto più importante. La città non ha un fascino particolare ma è una tappa imperdibile per i gourmet: si potranno gustare aragoste bollite e bouffet di crostacei!

Per godersi lo spettacolo delle maree bisogna imboccare la strada III e raggiungere il Fundy Trail. Per 16 km, tutti spettacolari, si avanza tra mare e foresta, scogliere rosse e baie incantevoli di sabbia come Melvin Beach. Ma l’emozione più forte sono le Hopewell Rocks, stravaganti formazioni rocciose chiamate vasi di fiori, scolpite dai movimenti del mare, che quasi scompaiono a marea alta come tanti isolotti e riemergono due volte al giorno, quando il livello si abbassa. Si può passeggiare sul fondo dell’oceano e, a mano a mano che l’acqua sale, noleggiare la canoa per navigare attorno alle rocce o osservare le nuvole di vapore delle balene a bordo di una motonave. Da scoprire la Baia di Fundy con le maree più impressionanti del pianeta e inoltrarsi nel Fundy National Park: un’oasi in cui si incontrano alci e si osservano migliaia di uccelli migratori, tra laghi, fiumi e foreste grandiose, che a settembre, l’estate indiana, si tingono di rosso, giallo ocra, arancio e bordeaux.

Seguiranno brevi visite: la cittadina di Cavendish, dove Lucy Maud Montgomery, ambientò il celebre romanzo Anna dai capelli rossi; Panmure Island per le spiagge più belle; Montague per le colonie di foche da scoprire a bordo di una barca e Georgetown, nel passato porticciolo dei costruttori di navi, oggi rosario di boutique e ristoranti fascinosi.

Il Tour terminerà dove l’Atlantico mostra tutta la sua forza: a North Cape! Dove i paesaggi diventano aspri e le scogliere di granito rosso si tuffano a picco sulle acque blu del golfo di San Lorenzo.

Viaggio consigliato in: 9 giorni
Quotazione su richiesta

l'autore di questo viaggio: Assunta Aulicino

')